Crea sito

L’ANTENNA – DIRITTO COSTITUZIONALE DEL RADIOAMATORE

INSTALLAZIONE DI ANTENNE PRIVATE E RADIOAMATORIALI SU PARTI CONDOMINIALI

Riferimenti normativi:

Gli artt. 1 e 3 della L. 554/40, stabiliscono che i proprietari di uno stabile o di un appartamento non possono opporsi all’installazione nella Loro proprietà di impianti destinati al funzionamento di apparecchi radiofonici appartenenti agli abitanti degli stabili e degli appartamenti stessi. Quanto detto è stato ribadito dal D.P.R. 29 Marzo 1973, n. 156.

Il diritto ad installare, invece, un’antenna sul terrazzo comune è sancito dalla Legge 5 Maggio 1940, n. 534 e dall’art. 232 del D.P.R. 29 Marzo 1977, n. 526.

Nella disciplina della comunione (estendibile al Condomino) l’art. 1102 consente a ciascun partecipante alla cosa comune (e quindi ad un Condomino, in caso di Condominio) di servirsi della cosa comune purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne pari uso.

radioamatori_antenne

In assenza di una normativa specifica relativamente all’installazione di apparecchiature per radioamatori, come ci si deve comportare qualora un Condomino desideri procedere a detta installazione?

La Cassazione, con sentenza del 16 Dicembre 1983, n. 7418, ha stabilito che il dovere dei comproprietari o coabitanti di un fabbricato di non opporsi a che altro comproprietario o coabitante, in qualità di radioamatore munito della prescritta autorizzazione amministrativa, installi un’antenna in porzione di proprietà altrui o condominiale, deve essere riconosciuto, anche in difetto di una normativa in proposito, poiché la facoltà del radioamatore alla citata installazione deriva direttamente dal diritto primario alla libera manifestazione del proprio pensiero e ricezione del pensiero altrui, contemplato dall’art. 21 della Costituzione.

In senso analogo: Cassazione 02 Agosto 1984 n. 4594.

Può una delibera assembleare vietare l’installazione di un’antenna privata ad un singolo Condomino, anche qualora esista un’antenna centralizzata condominiale?

Con la sentenza del 6 Novembre 1985, n. 5399, la Suprema Corte, ribadendo che il diritto all’installazione di antenne ed accessori è configurabile sia come diritto soggettivo autonomo che come facoltà compresa nel citato diritto primario all’informazione (art. 21 della Costituzione), ha sancito che nessuna delibera assembleare, può vietare l’installazione sul tetto o lastrico solare condominiale, di un’antenna privata al singolo Condomino, anche in presenza di un’antenna centralizzata condominiale, a meno che non venga leso un pari diritto di un altro Condomino, o non si arrechi qualsiasi altro pregiudizio apprezzabile e rilevante ad una delle parti comuni.

Tale impossibilità a stabilire il citato divieto, si estende anche ai Regolamenti di Condominio contrattuali, i quali possono solo eventualmente stabilire modalità e luoghi di installazione, ma sempre garantendo il diritto di cui sopra.